#drinkneapolitan fa decollare l’artigianale Kbirr di Napoli che ora lancia le sue birre per l’estate

#drinkneapolitan ovvero bevi napoletano è lo slogan di  Kbirr, la prima birra fatta a Napoli con metodo artigianale dedicata alla cultura napoletana non solo gastronomica. Quattro le etichette in produzione: Natavot, Jattura, Paliat e l’ultima nata Cuore di Napoli, ideali da sorseggiare duante i caldi mesi estivi sulla spiaggia ma anche a tavola per esaltare piatti e ricette della tradizione napoletana, dalla pizza all’impepata di cozze. La bionda Natavot accompagna bene l’insalata caprese di pomodoro e mozzarella, meglio ancora se arricchita con le alici di Cetara; la Schotch Ale Jattura incontra alla perfezione la zuppa di fagioli e cozze, mentre la tipica impepata di cozze viene esaltata nel sapore dalla Imperial Stout Paliat, una birra dal sapore deciso, da veri intenditori. Infine, la Cuore di Napoli – una American Pale Ale dal corpo leggero ma fortemente caratterizzata dai luppoli esotici – può essere abbinata allo spaghetto con le zucchine alla Nerano. 
Nel giro di un anno KBirr ha conquistato chef stellati, pizzaioli di fama e tanti cultori della birra artigianale. Ma non solo: sin dall’esordio, KBirr promuove la creatività napoletana con incursioni in luoghi d’arte come l’atelier di Lello Esposito, con progetti site-specific dell’artista Roxy in the box e con la birra speciale realizzata per sostenere i ragazzi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e il progetto #CuorediNapoli. KBIRR è distribuita da Loco for Drink locofordrink.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail