Prosecco Superiore DOCG Conegliano Valdobbiadene: export a 181 milioni , più 14%

Secondo take dedicato al Rapporto Annuale realizzato dal Consorzio Prosecco Superiore DOCG Conegliano-Valdobbaidene. Nel 2016 la crescita sui mercati esteri ha raggiunto i 180,9 mln di euro, dunque registra una crescita del 14% a valore. Per quanto riguarda invece il volume di bottiglie vendute si arriva a 35,8 mln corrispondente a un +12%. Nel 2016 sono ben 151 le aziende che esportano Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG nel mondo, ovvero l’80% del totale.
I mercati tradizionali sono i mercati in cui il Prosecco Superiore DOCG è radicato da più tempo. Qui le importazioni continuano a crescere, ma più lentamente trattandosi di mercati maturi.
La Germania si conferma il primo mercato di esportazione per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, con una crescita del 15% a valore corrispondente a 40 mln di euro e a 7, 4 mln di bottiglie vendute da 120 aziende esportatrici. In Svizzera la crescita arriva addirittura al 16% a valore ovvero 33 mln di euro, per 7,1 mln di bottiglie vendute da 108 aziende esportatrici. Infine in Austria si cresce del 14%, 8,8 mln di euro per 1, 8 mln di bottiglie vendute da 100 aziende esportatrici.
I mercati strategici sono invece quei mercati, talvolta molto ampi per dimensione, in cui la crescita ha subito una forte accelerata negli ultimi anni. Ne fanno parte tra gli altri: il Regno Unito, USA, Benelux e Canada.
In UK si registra in realtà un calo del 9% a valore che corrisponde a 27,5 mln di euro e 5,5 mln di bottiglie vendute. Oltre Manica operano 93 aziende esportatrici. Nel Benelux è una vera e propria impennata: +74% ovvero 14,8 mln di euro per 2.9 mln di bottiglie vendute da più di 100 aziende esportatrici.
Oltre Oceano invece crescono sia USA (+8%, 13,8 mln di euro per 2,9 mln di bottiglie) che Canada (+12% 6,1 mln di euro per 1,4 mln di bottiglie).
I nuovi importatori invece sono quei mercati che solo recentemente hanno approcciato il mercato del vino e degli spumanti, sono piccoli ma promettenti. Tra questi Australia e Nuova Zelanda che crescono a valore del 48% corrispondenti a 5,4 mln di euro per 970.000 bottiglie vendute da 34 aziende esportatrici. Cina e Hong Kong che crescono del 45%, corrispondente a 840.000 euro e 183.000 di bottiglie vendute da 17 aziende esportatrici.
Distribuzione in Italia per Aree Nielsen e i canali distributivi in Italia
In tutte e quattro le macro aree Nielsen il Conegliano Valdobbiadene continua a crescere. Il Nord est si conferma la prima area con un incremento del 6% rispetto al 2015 e 20 mln di bottiglie vendute; il nord ovest registra un +8% raggiungendo un volume del 17.3 mln di bottiglie. Se invece il Centro resta sostanzialmente stabile, sui 7,8 mln di bottiglie, è l’area Sud e isole che imprime l’accelerata più significativa: una crescita del 12% e 4,4 mln di bottiglie vendute.
Infine analizzando i canali di vendite si evince anche nel 2016 le centrali d’acquisto si sono confermate il principale canale di vendita con una quota 37% seguite dall’Ho.re.ca. con una quota del 29% e dai grossisti con il 26%.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail